6 “semplici” regole per volare con Ryanair

Print Friendly

Qualche tempo fa avevo postato un guida base per risparmiare evitando di aggiungere sovrapprezzi inutili durante la prenotazione di un volo Ryanair.
Oggi approfondiamo l’argomento proponendo 6 punti fondamentali che devono fungere da linea guida quando si prenota un volo con la compagnia irlandese.

1. La valutazione.
Partiamo ovviamente dalla prima fase, ovvero quando stiamo per prendere la decisione di prenotare o meno un volo.
Spesso Ryanair propone prezzi veramente irrisori (personalmente ho volato anche a 0,01 euro tasse comprese) e possono sembrare molto vantaggiosi tanto da indurci anche a prenotare voli con scalo. In realtà va tenuto presente che spesso e volentieri Ryanair atterra in aeroporti che potremmo definire eufemisticamente “molto periferici” (per esempio Girona o Charleroi) e spesso raggiungere il centro costa molto di più del volo e richiede fino a quasi 2 ore di tempo.
In questi casi vale la pena dare un’occhiata a altre compagnie che magari vendono il volo a una trentina di euro in più, ma che ci permettono di arrivare nell’aeroporto principale e risparmiare soldi e tempo per arrivare in centro città.

2. La prenotazione.
Bisogna essere decisi! Spesso le offerte Ryanair durano vari giorni, ma il meglio si trova nella prima giornata (se non nelle prime ore), quindi se trovate il volo a un prezzo che reputate vantaggioso prendetelo, anche perchè i posti in promozione sono limitati e potreste rischiare di vedere aumentare il costo del volo di molti euro in poche ore.

3. Il pagamento.
Come già detto, bisogna evitare spese inutili!
Prenotate sempre con Visa electron (la classica Postepay per esempio) per evitare inutili costi: con una carta di credito normale (tipo Mastercard) andreste a spendere 10 euro a persona in più.

4. Il check in online.
Ok, avete prentato il volo, e ora si sta finalmente avvicinando la data di partenza…bisogna fare il check in online!
Se siete ansiosi, potete fare questa operazione da 15 giorni prima del volo e se volete potete fare anche quello per il ritorno e ritrovarvi tutte le carte di imbarco prima ancora di uscire di casa.
Ma prima di fare tutto ciò dovete fare alcune valutazioni…
Infatti una volta fatto il check-in online non potrete più aggiungere bagagli da stivare (a meno di farlo al banco di accettazione e pagare 20 euro) e sarete costretti a dover essere attenti a mantenere sotto i 10 kg il bagaglio a mano.
Quindi, soprattutto se pensate di portare dei souvenir al ritorno, valutate bene se sia il caso o meno di aggiungere un bagaglio prima di fare il check in online…e ricordate che avete tempo fino a 4 ore prima della partenza per farlo!

5. Il banco accettazione.
Ok, avete deciso di imbarcare il vostro bagaglio da stiva.
In questo caso, per sicurezza, presentatevi al banco con almeno 1 ora e mezza di anticipo per non rischiare che qualche inconveniente rischi di farvi perdere il volo.
E soprattutto ricordatevi che il bagaglio da imbarcare non deve pesare più di 15 kg, a meno che non vogliate pagare il sovrapprezzo di 15 euro per ogni kg in eccesso.

6. Controlli e gate di imbarco.
Siamo arrivati all’ultima tappa della via crucis del viaggio con Ryanair.
Vi dirigete al controllo documenti con il vostro bagaglio a mano…ma avete controllato se rispetta le misure? La sue dimensioni massime devono essere 55 x 40 x 20 cm e deve pesare massimo 10 kg.
Per le misure spesso ci sarà il classico test della gabbietta, mentre per il peso dovreste farla franca anche se sforate un po’, anche se in alcuni aeroporti (è capitato per esempio a Bergamo Orio al Serio) potrebbero pesarlo e se sforate rischiate di doverlo imbarcare (con relativa sovrattassa).
Superati i controlli sul bagaglio a mano, andate con la stampa della vostro check in online e con un documento alla mano dalla hostess e finalmente potrete salire sull’aereo.

A questo punto dovete solo godervi il viaggio!

About Danilo

Fondatore di The Passenger e viaggiatore lowcost di lunga data...sempre alla ricerca del viaggio più conveniente!