Java – Il gioiello del sud-est asiatico

Print Friendly

Oggi pubblico un post un po’ particolare, un piccola “recensione” di una delle mete di viaggio nella mia wishlist

Java è l’inesplorato gioiello del sud-est asiatico, un’isola incantevole con i suoi coloriti paesaggi tutti da scoprire, ricca di bellezze naturali come le sue aride spiaggie e con l’imponente catena vulcanica che attraversa tutta l’isola, nonché i numerosi templi presenti sul posto.

I templi buddisti e hindu infatti, fanno da testamento alla ricca storia dell’isola rendondola ancora più affascinante.

Bali è senza dubbio la prima scelta per quei vacanzieri in cerca di viaggi economici e pensano all’Indonesia per le proprie vacanze, anche grazie alle numerose offerte voli disponibili, ma c’è molto altro da scoprire di questo arcipelago oltre alle assolate spiagge e ai locali notturni.


Jakarta
L’economia in Jakarta, al passo con l’economia asiatica, sta crescendo in modo esponenziale. La città è piena di vita, ma allo stesso tempo caotica, con il traffico che sintetizzala tipica confusione che caratterizza questi posti. I locali sono molto amichevoli e accomodanti verso i turisti, sempre pronti a condividere le proprie esperienze di vita.

Jogyakarta
La città che a suo tempo era la capitale di un piccolo regno, rappresenta il centro culturale dell’isola. Nel maggio del 2006 è stata seriamente danneggiata in seguito ad un terremonto di magnitudo 6.3 che l’ha colpita i cui danni sono tutt’oggi visibili.
Il centro di Java è rappresentato dall’antico Kraton dove vivono migliaia di persone ed ospita un tempio buddista denominato “Borobudur” costruito nell’850 e restaurato nel 1983.
Il Borobudur è il più rinomato tempio buddista del mondo ed ha una forma unica, in quanto il suo nucleo è formato da una collina intorno alla quale sono state addossate le costruzioni.
La sua struttura, formata da più di 2 milioni di blocchi di pietra, è imponente. Il Borobudur è il monumento più visitato di tutta l’Indonesia risalendo i suoi vari livelli si raggiunge il Nirvana o Paradiso buddista. Ammirandolo dall’alto si apprende la complessita’ di un posto che vale la pena visitare.

Tra le attrattive di Jogyakarta vi è anche il Kraton Palace, un complesso storico di architettura giavanese utilizzato ancora oggi dal sultano per le cerimonie ufficiali.
Un’altra splendida zona del posto è il Dieng Plateau, un’altura verdeggiante ricca di templi e una nota piantagione di caffè molto ben attrezzata.

In generale, muoversi sull’isola di Java non è affatto difficile e il visto può essere acquistato all’arrivo per un costo che si aggira sui 10 dollari.

Che ne dite, vale la pena organizzare un viaggio? 😀

p.s.: se ti è piaciuto il post, che ne pensi di votarmi ai Libero Mobile Awards?
Basta un solo click…GRAZIE!!!!

Questo post ti ha fatto risparmiare? Offrimi una birra!

About Danilo

Fondatore di The Passenger e viaggiatore lowcost di lunga data...sempre alla ricerca del viaggio più conveniente!