Fallisce Malev, tutti all’assalto di Budapest

Print Friendly

Come vi avevo anticipato venerdì, Ryaniar ha appena aperto una nuova base a Budapest.

Insomma, non si è fatta sfuggire l’occasione del fallimento di Malev per aprire una nuova base e attaccare nel suo territorio un’altra big delle compagnie lowcost, Wizzair.

Le rotte aperte da Ryanair sono ben 31 di cui 5 dall’Italia: Roma, Milano, Pisa, Venezia e Trapani.

Oltre alla maggiore concorrenza (si spera in una diminuzione del costo dei voli) va segnalato che la nuova base Ryanair salva circa 2.000 posti di lavoro di ex dipendenti Malev.

Ma Ryanair non è l’unica ad aprire nuove rotte da Budapest: anche Lufthansa, AirBerlin e SmartWings hanno annunciato nuove rotte da Budapest.

Wizzair e easyJet, per ora, rimangono alla finestra ma confido nell’apertura di nuove tratte anche da parte loro.

p.s. easyJet sta offrendo ai viaggiatori rimasti a terra a causa del fallimento di Malev una tariffa agevolata a 60 euro: qui trovate maggiori informazioni.

About Danilo

Fondatore di The Passenger e viaggiatore lowcost di lunga data...sempre alla ricerca del viaggio più conveniente!