Ryanair: il troppo stroppia

Print Friendly
Qui i biglietti aerei non c’entrano più, e non c’entra neanche il risparmio: le cretinate alle quali Ryanair ci ha abituati stanno assumendo contorni sempre più grotteschi. E a volte il troppo stroppia

Tralasciando cattiverie e ingiustizie gratuite come la Ryanair Cash Passport o il dannato codice Captcha, fino a poco tempo fa le provocazioni della low cost irlandese erano sempre state “limitate”: poche sciocchezze, ma di grande effetto (ricordate le toilette a pagamento, la proposta di far pagare un supplemento alle persone in sovrappeso o i voli vietati ai bambini?).

Da qualche settimana però, Ryanair sta perdendo colpi e sopratutto credibilità in modo preoccupante. Dopo la pagliacciata del finto sorpasso su Alitalia, con tanto di lacrime di coccodrillo a posteriori, la compagnia ha lanciato un pesce d’aprile a cui molta gente ha abboccato, ovvero i posti in piedi a due euro. Naturalmente era tutto falso, nonostante quel geniaccio del male di McNamara continui a sostenere che “prima o poi i nostri sedili riusciranno a passare i test di sicurezza” e che riuscirà a farci viaggiare in piedi come polli.

A questa caduta di stile si è aggiunto, qualche giorno fa, un simpatico invito della compagnia verso il proprio personale di bordo: Ryanair ha infatti pubblicamente esortato hostess e steward a dimagrire per alleggerire l’aeromobile.

Come se non bastasse, per volare più leggeri la rivista di bordo sarà rimpicciolita, il personale servirà bevande con meno ghiaccio e – dulcis in fundo – era stata anche presa in considerazione la possibilità di eliminare i braccioli dei sedili.
A questo punto, perché non eliminare direttamente i sedili? Ryanair, il troppo stroppia anche per te.

About Silvia