L’Italia in seconda classe

Print Friendly

Visto che molti di voi saranno al mare, ecco un suggerimento per un libro da leggere durante queste vacanze:

L’Italia in seconda classe di Paolo Rumiz (con i disegni di Altan) / casa editrice: Feltrinelli / anno: 2009

7480 chilometri, 76 biglietti obliterati, 58 treni presi, 210 ore, comprensive delle attese in stazione. Questi i numeri del viaggio intrapreso da Paolo Rumiz nell’estate del 2002 e raccontato ‘passo passo’ su Repubblica, prima di essere raccolto in questo volume.

Un viaggio lungo come la Transiberiana, attraverso un’Italia ‘minore’, sconosciuta o trascurata, attraverso quel patrimonio di infrastrutture che ha unito questo Paese e che nel tempo ha cambiato volto. Un viaggio fatto di storie, di volti, di sguardi, di odori, di turisti e pendolari. Un vagabondare attraverso stazioni che una volta facevano a gara a quella con il miglior giardino ornamentale ed ora sono spesso “impresenziate”, lungo le rotaie di linee dimenticate, dove il treno rappresenta davvero “la Cenerentola dei trasporti“. Un racconto innamorato di un’Italia ricca di storia, di natura, di cultura ma anche di sprechi, disagi e immancabili contraddizioni.

Un viaggio che inizia in Sardegna per poi passare per i paesaggi aspri della Sicilia, proseguendo per quelli mozzafiato della Calabria e risalendo tutto lo Stivale. C’è la Napoli-Portici, la tratta più antica d’Italia inaugurata nell’ottobre del 1839, ci sono gli sbuffi della storica locomotiva 640 presa in Toscana, c’è il treno che sembra entrare in mare in Liguria, ci sono macchinisti innamorati dei loro treni e ferrovieri rassegnati al lento e costante smantellamento di un pezzo di storia importante della nostra nazione.

Un viaggio romantico, ironico, nostalgico, impreziosito da un misterioso compagno che prende il nome di un treno, 740, e dai disegni di Altan.

Su Amazon è in vendita a 10,20€, l’edizione economica è disponibile a 5,95€ e infine l’edizione per Kindle viene 3,49€…buona lettura!

 

About Alessia

Scrittrice per vocazione, viaggiatrice per passione. Scrivere di viaggi, per lei, è il connubio perfetto.