Una gita a Toledo

Print Friendly

Se vi trovate a Madrid e avete voglia di fare una gita fuori porta, bei posti nei dintorni non mancano di certo. Tra tutti ne consiglio un paio che ho avuto il piacere di vedere: Toledo e Segovia. Oggi voglio parlarvi di Toledo, città che ho visitato lo scorso mercoledì 12 settembre.
Capoluogo della Comunidad Autónoma de Castilla-La Mancha, situata a sud di Madrid, Toledo è un piccolo gioiellino che merita sicuramente una visita e il cui centro storico è patrimonio dell’Unesco.

Se avete intenzione di visitarla vi consiglio di andarci in bus. I motivi sono semplici: costa meno del treno, ha orari comodi, ce n’è uno ogni mezzora e dal terminal autobus è facile raggiungere il centro storico. L’autobus parte da Plaza Elíptica, stazione raggiungibile in metro con la linea 6 e la linea 11 (di quest’ultima è il capolinea). Le dársenas, ovvero le banchine da dove prendere il bus, sono indicate bene dalla fermata della metro, non potete perdervi.

Il biglietto per Toledo si può fare o diretto o indiretto, quest’ultimo fa delle fermate in vari paesini vicini e, ovviamente, impiega più tempo. Io ho scelto il diretto, il cui costo – ida y vuelta (andata e ritorno) – è pari a 9,12 euro. La compagnia da prendere si chiama Alsa, il biglietto si può fare alle macchinette nei pressi della dársena preposta – il cui numero è indicato nei monitor in stazione – e il viaggio dura 50 minuti.

Una volta giunti alla stazione di Toledo, per arrivare alla città storica potete prendere il bus urbano. Le linee sono la 5 e la 12, il biglietto costa 1,40 euro e si può fare direttamente a bordo. Domandate comunque a qualcuno lì presente da che parte prendere l’autobus, onde evitare di andare nella direzione opposta. È molto comodo scendere nei pressi dell’imponente Alcazar, in modo da visitare il resto della città evitando la salita.

Sia al terminal degli autobus sia agli info point turistici (uno dei quali lo trovate nei pressi della cattedrale), è possibile procurarsi la mappa della città, molto utile per evitare di girare a vuoto e rischiare di perdervi qualcosa di importante. A dire la verità, io Toledo l’ho girata esattamente così, senza una meta precisa, perdendomi tra i vicoli e ammirando la bellezza degli scorci che incontravo per caso. Vi assicuro che ne è valsa la pena lo stesso.

Cosa importante da sapere è che le chiese a Toledo si pagano. Dalla più piccola che può costare 2,50 euro, fino alla maestosa Catedral de Santa María de Toledo, il cui ingresso costa ben 8 euro!!!! Io ho scelto di visitare la Sinagoga de Santa María La Blanca, anche questa a pagamento (2,50 euro).

Per quanto riguarda la comida, ci sono tanti locali dove poter pranzare. I menù del giorno oscillano dai 9 ai 14 euro ma, se volete risparmiare, o scegliete di mangiare un semplice bocadillo oppure vi portate il pranzo al sacco e fate prima. Una cosa però va provata: il queso manchego, un ottimo formaggio della zona!

La città è piena di negozietti turistici dove troverete ogni tipo di souvenir possibile, ma tra tutti gli oggetti spiccano spade e coltelli – la cui produzione è rinomata – e le innumerevoli rappresentazioni del celebre Don Chisciotte della Mancia. Su di lui troverete di tutto: quadri, portachiavi, magliette, statue a grandezza naturale alla modica cifra di 1700 euro, riproduzioni di ogni tipo. Come dire, a Toledo avrete una “vaga” idea di essere in compagnia del celebre personaggio del Cervantes 😉

Dalle chiese ai palazzi, dal quartiere ebraico ai vicoletti, fino ai belvedere sul fiume Tago, ogni passo nella città storica è un’occasione per rifarsi gli occhi con la bellezza e per fotografare qualcosa di incantevole. Ogni altra parola risulta superflua. Se vi trovate a Madrid, non fatevi scappare l’occasione di visitare questa perla spagnola.

About Alessia

Scrittrice per vocazione, viaggiatrice per passione. Scrivere di viaggi, per lei, è il connubio perfetto.