Rimborso da Airone: la disavventura di Adolfo

Print Friendly

Ieri un utente mi ha inviato questo resoconto della sua disavventura per ottenere un rimborso da Airone e, visti i precedenti con la l’esperienza capitata a Sara, ho pensato di dargli spazio nella speranza che anche Adolfo ce la faccia.

Nel suo racconto sono presenti tutti i riferimenti che, ovviamente, ho oscurato per motivi di privacy.

Insomma, leggete un po’ cosa gli è successo e poi cerchiamo 😉

Buon giorno,

avendo perso qualsiasi speranza in questo incredibile vortice di torti subiti da parte di AIR ONE, mi accingo a raccontarvi la mia storia con l’esile speranza che venga presa in considerazione…

Mi chiamo Adolfo Prota, lo scorso fine aprile decidiamo con la famiglia di effettuare un viaggio a Varsavia durante il ponte del primo novembre e prenotiamo per tanto hotel e viaggio con la compagnia aerea AIR ONE che prevedeva partenza il giorno 1/11/2012 e ritorno il 4/11/2012 con codice di prenotazione XXXXXX.

AIR ONE a giugno mi invia una comunicazione che sia il volo di andata che quello di ritorno subivano uno slittamento di circa 1 ora ma non cambiando sostanzialmente nulla accetto il cambiamento.

Al 17/10/2012 AIR ONE mi invia altra comunicazione urgente, in cui mi segnalano che date e orari sono cambiati nuovamente e mi propongono Partenza da Milano MPX il 1/11 alle ore 18.30 e ritorno da Varsavia WAW il giorno 2/11 ore 10.30.

Sicuramente solo un pazzo poteva accettare questa variazione ed ho dovuto, conseguentemente disdire l’hotel e optare per l’opzione AIR ONE “richiedi cancellazione ed ottieni il rimborso”…

A questo punto cominciano i problemi: La prenotazione era stata eseguita con carta Visa ricaricabile emessa dalla Banca Popolare di Milano in cui ero correntista, ma della quale non sono più in possesso avendo CHIUSO il conto corrente lo scorso Agosto.

Avendo subito segnalato il problema all’ Help Desk, mi è stato risposto alla primo contatto, che la procedura di rimborso è automatica e che non potevano prendere in considerazione i dati della mia nuova carta di credito Visa o del mio nuovo conto corrente bancario ING DIRECT con Iban XXXXXXXXXXXXXXXXXXX.

Al secondo contatto l’operatrice dell’Help Desk, mi dice di contattare direttamente Visa perché solo loro possono fermare il pagamento e riaccreditarmelo sulla nuova carta….. ma dopo l’inutile perdita di tempo per ricercare e contattare Visa, l’operatore di quest’ultima società mi dice che assolutamente non possono farci nulla, anche perché le carte Visa non sono emesse direttamente da loro ma dalle banche che aderiscono al circuito.

Sono tornato alla mia vecchia banca pregandoli che se ricevono l’ordine di bonifico di girarmelo a mie spese sul mio nuovo conto…. ma anche qui dopo una settimana di ricerche e consultazioni, sono stato contattato sul cellulare dalla medesima banca, la quale sostiene che essendo già stato estinto il conto, non possono davvero farci nulla e che l’eventuale accredito verrebbe rispedito al mittente.

Non sto a tediarvi ulteriormente con i numerosi nuovi contatti all’Help Desk, mail inviate con il form presente sul sito AIR ONE , al customer di AIR ONE e ALITALIA,

Vi dico solamente, che alla fine riesco a parlare con il supervisore di turno tale sig.ra Leone, la quale pur essendo l’unica che mi abbia dato l’impressione di volermi aiutare, dopo essersi consultata con l’ufficio rimborsi mi richiama sul cellulare per comunicarmi un numero relativo alla transazione bancaria N° di CRO XXXXXXXXXX e mi invita a fornire all’agenzia 175 di Garbagnate Milanese della BPM questo numero, per rintracciare la transazione.

La filiale 175 di Garbagnate Milanese della BPM dopo 2 giorni di ricerche mi richiama sul cellulare e mi dicono spiacendosi che il numero di CRO non è esatto, l’importo di euro 232,00 non lo hanno rintracciato e che devo eventualmente farmi dare anche il codice CAB e ABI della Banca emittente.

Richiamo la sig.ra Leone e gli inoltro la nuova richiesta.
Il giorno dopo la stessa sig.ra Leone mi richiama ed anche lei spiacendosi, mi dice che l’ufficio rimborsi non gli ha voluto fornire i dati richiesti asserendo che non sono obbligati a farlo e che mi deve bastare il famoso N° di CRO che mi confermano essere XXXXXXXXXX ed in modo perentorio mi dicono che per loro la questione è definitivamente chiusa.

Non sapendo più a chi rivolgermi CHIEDO il Vostro aiuto… e Vi imploro anche se non dovessi riuscire a riprendere i miei soldi fate in modo di pubblicizzare negativamente l’operato di AIR ONE (magra consolazione).

Ringraziandovi anticipatamente
Cordiali saluti
Adolfo Prota

Insomma, una vera e propria Odissea?

Mi date una mano a spargere la voce con Airone per riuscire a far ottenere ad Adolfo il rimborso che gli spetta?

Con Sara siamo riusciti a fare sentire la nostra voce, ci riproviamo? 😀

About Utenti

Vuoi pubblicare un articolo anche tu? Sfrutta la funzionalità "Pubblica un articolo"!