Appartamenti ad Amsterdam: istruzioni per l’uso

Print Friendly

Ciao ragazzi, visto il mio recente viaggio ad Amsterdam, vi racconto le difficoltà che ho avuto nel reperire un posto dove andare a dormire per 8 persone.

Innanzitutto, banalmente non esiste un Hotel con camere così grandi, quindi a priori dovreste mettere in conto l’idea di dividervi in due camere da quattro, se non quattro da due.

Il problema è che più piccole sono le camere e più il costo totale si alza.

Pertanto è molto più comodo optare per degli appartamenti.


Ho avuto modo di confrontarmi con diversi siti, i più affidabili e forniti sono sicuramente Airbnb e Wimdu.
Per entrambi il principio è lo stesso, siti aggregatori di domanda ed offerta che si fanno da garanti per entrambi.

Entrambi si basano su punteggi di fiducia, costruiti dai feedback mandati dai clienti e dai locatari e da quanto sei connesso ai Social Network, quali Facebook, Linkedin, Twitter.

Più sei connesso, più il livello di affidabilità si alza. Per quanto riguarda Airbnb è molto comodo, sopratutto per l’app per iOS presente, che ti permette di gestire il tuo profilo direttamente dal proprio smartphone.

Alla fine neanche questi siti in realtà mi hanno aiutato, in realtà ho iniziato la ricerca meno di un mese prima della partenze ed una casa per otto persone ad Amsterdam è piuttosto difficile trovarla.

Le case ad Amsterdam hanno una particolarità sono strette ed alte, perché, in passato, i proprietari erano costretti a pagare una tassa sulla superficie delle proprie case alla regina. Pertanto consultando internet mi sono rivolto ad un sito, Myhomeineurope.com.
Inviate le mail di riscontro, siamo giunti alla conclusione di prendere 2 appartamenti per 4 persone nello stesso stabile.

Il sito è piuttosto scarno, e alla fine parlerete via email con un signore molto disponibile che vi aiuterà a risolvere qualsiasi dubbio abbiate. A differenza dei siti sopracitati che pretendono il pagamento della quota per intero immediatamente, con MyHomeInEurope ho pagato dall’Italia solo una caparra, pari a circa il 20% del totale e poi saldato tutto in loco.

Nonostante mi ritenga un viaggiatore esperto, era la prima volta che affittavo un appartamento a migliaia di chilometri di distanza, soltanto via mail e con praticamente nessuna recensione sull’affidabilità del sito.

A fine vacanza siamo stati molto soddisfatti della location, e ho salvato tra i miei preferiti il sito.

Scrivo questo post proprio per tutte quelle persone che come me anche nel futuro cercheranno info in merito.

Vi invito sempre a rivolgervi a siti seri e con ampie recensione, le vacanze sono il nostro modo di sognare, e non è giusto farcele rovinare proprio sul più bello.

About Salvatore

Tutto iniziò quattro anni fà, primo viaggio da solo low cost per Milano, e poi non ho smesso più. Viaggiare per me è come vivere un sogno, è come vivere per qualche giorno una vita diversa dalla tua. Un'opportunità. Viaggiatore Napoletano appassionato di tecnologia.