GAU, il collettivo artistico che ridisegna Lisbona

Print Friendly

Torno a parlare di Lisbona parlando di uno degli aspetti più innovativi di questa città.

Qualche settimana fa vi avevo già parlato della LX Factory che è uno degli esperimenti meglio riusciti di riqualificazione urbana della città; oggi, invece, vi parlo del GAU (Galeria de Arte Urbana) e di come ha cambiato il volto della città.

Che cos’è il GAU? Si tratta di una organizzazione che si occupa di favorire e sviluppare l’espressione artistica in città.

Come lo fa? Beh il modo più semplice per capirlo è girare per Lisbona! 😀

Facciamo qualche esempio…

Qui siamo sulla Avenida Fontes Pereira de Melo a poche decine di metri da Praça Marquês de Pombal e quelli che vedete nelle foto qui sotto erano quattro palazzi abbandonati e murati che erano in piedi solo in attesa della demolizione.

Cosa si è fatto? Sono stati convocati artisti internazionali che hanno trasformato questi ruderi in una vera e propria opera d’arte. Il tutto è avvenuto 3 anni fa nell’ambito della manifestazione CronoLisboa (qui trovate il video della realizzazione).

 

 

 

Sempre nei paraggi di Praça Marquês de Pombal, questa volta dalla parte opposta su Rua de Artilharia, un intero, grigio, muro di recisione è stato lasciato a disposizione degli artisti cittadini.
Il risultato è un mix di murales, da quelli fortemente politici (come quello della Merkel che comanda i politici locali come delle marionette) ad altri decisamente più leggeri; una passeggiata artistica che fa un po’ pensare alla Easy Side Gallery di Berlino.

 

 

 

 

Ma di murales del GAU ne trovate ovunque in città; chi di voi, prendendo l’elevador da Gloria non li ha visti subito prima di arrivare al Jardim de São Pedro de Alcântara?

 

Oppure potrebbe capitarvi, scendendo dall’Alfama, di vederne uno che rappresenta i personaggi più tipici della storia portoghese (come la fadista Amelia).

 

Oppure, sempre a due passi da Praça Marquês de Pombal potreste trovare un intero palazzo dipinto con il corpo di un cavallo psichedelico.

 

E voi, che ne pensate di questa iniziativa? Avete scovato altre opere sparse in giro per la città? Segnalatecele!

About Danilo

Fondatore di The Passenger e viaggiatore lowcost di lunga data...sempre alla ricerca del viaggio più conveniente!